John Maloof, Vivian Maier. Una fotografa ritrovata Libri PhotoFactory

John Maloof, Vivian Maier. Una fotografa ritrovata

Vivian Maier. Una fotografa ritrovata, Ed. Contrasto
Autore di questo volume è John Maloof (con prefazione di Laura Lippman) colui che ha acquistato e portato alla luce l'immenso patrimonio visivo di Vivian Maier. Maloff è stato il proprietario dell'intero archivio e oggi ne conserva l'eredità artistica; si tratta di una immensa collezione costituita da un corpus di materiali dei quali entrò in possesso casualmente, durante una vendita all'asta. Casuale è stato inoltre l'inizio della scalata al successo di queste immagini, nonché la crescente fortuna critica della Maier, governante per mestiere, fotografa per passione.

"La fotografia permetteva a Vivian di far entrare la gente nella sua fotografia,
senza che ci fosse niente di personale"
John Maloof Vivian Maier Una Fotografa Ritrovata

Il suo lavoro non è passato inosservato agli occhi attenti degli intenditori, che dopo aver preso visione online degli scatti, ne hanno studiate le caratteristiche tecniche e artistiche, sottolineando la presenza di un occhio particolare, attento alla composizione a alle espressioni dei soggetti, questi, catturati "di fortuna" grazie alla sua Rolleiflex, sempre pronta attaccata al collo.
La Chicago degli anni Cinquanta e Sessanta emerge, in questi scatti, con un taglio tutto particolare, così vicino in certi momenti espressivi, alla dirompente e tagliente forza di Diane Arbus, oppure, come sottolinea Geoff Dyer, di Walker Evans e Lisette Model. Questo volume ripercorre le tappe della vita della Maier restituendo un ritratto della città americana e dei suoi abitanti fino agli anni Settanta. Le fotografie mostrano focus sui dettagli trasformandoli in veri e propri protagonisti della narrazione visiva. Ma a incuriosire gli appassionati è lo straordinario rapporto di Maier con la sua macchina fotografica, una vera e fedele compagna di passeggiata alla quale affidava il suo esprimersi, un po' ermetico e riservato, nel mondo.
"Chissà. Mi sembra innocua. Scatta delle fotografie che nessuno vedrà mai." Laura Lippman.


Al pari di altri noti e storici nomi entrati a far parte della storia della fotografia, anche a Vivian Maier sono stati dedicati numerosi volumi, uno tra tutti, il libro nuovamente a cura di John Maloof, dal titolo Vivian Maier Fotografa. Il mistero che permea tutt'oggi la sua figura, nonostante il grande successo riscontrato dopo la scoperta dei suoi materiali fotografici, viene sottolineato dalla selezione di immagini in bianco e nero totalmente inedite. Questi momenti isolati nella quotidianità della fotografa ci fanno riflettere sulla presenta contestuale di una personalità schiva e di una volontà di avvicinamento al soggetto, un'ambivalenza caratteriale e stilistica che l'ha resa, agli occhi del mondo odierno, un personaggio particolarmente insolito. In questo volume è stato dato spazio all'aspetto spontaneo della sua fotografia, un passatempo privo di ambizioni artistiche che la Maier ha coltivato producendo una mole esponenziale di materiali, quasi mai (se non del tutto mai) sviluppati e stampati sino ad ora.
Questi volumi sono due prodotti di grande interesse dei quali si consiglia la lettura e la visione per entrare, in vista della mostra di Palazzo Ducale (a cura di Anne Morin e Alessandra Mauro; 26 giugno - 24 settembre 2017) nel vivo dell'immaginario di questa nuova, grande fotografa!


Libri, Ed Contrasto

Orario
  • Lunedì:
    Chiuso
  • Martedì, Mercoledì, Giovedì:
    10:00//19:00
  • Venerdi:
    10:00//13:00 · 14:00//19:00
  • Sabato:
    10:30//13:00 · 14:30//19:00
PHOTOFACTORY Vico di San Matteo 10/R · 16123 GE · Tel. +39.0108602512
©2018 Atticom S.r.l. P.IVA IT01553370998
PhotoFactory