Intervista a Michela Razza da "Voci dall'Autismo", mostra fotografica dal 10 al 18 maggio 2019 - [LINK]


Intervista a Michela Razza da "Voci dall'Autismo"

Intervista a Michela Razza
da "Voci dall'Autismo"

  1. Come e quando è nato il tuo interesse per le tematiche sociali?
    Penso che la mia sensibilità, la mia voglia di aiutare il prossimo e di mettermi in gioco mi abbia portato ad avvicinarmi a certe tematiche. Da anni sono anche impegnata nel sociale. Sono volontaria all’Ospedale Gaslini; sono stata una degli "Angeli del fango" a prestare soccorso in seguito all'alluvione di Genova e nell'occasione ho realizzato un servizio fotografico ed una mostra. Mi sono occupata di un progetto fotografico insieme ad altri fotografi tramite l'associazione Housing First in cui ho documentato l'inserimento di persone senza fissa dimora all'interno di case che venivano a loro assegnate per poi essere integrati nella società. Infine ho conosciuto l’associazione A.g.s.a. (Associazione genitori soggetti autistici) con la quale ricopro il ruolo di volontaria e fotografa.
  2. Quando ti sei appassionata alla fotografia e perché?
    Fin fa piccola mi è sempre piaciuta l'arte in tutte le sue forme, mi piaceva disegnare e nello stesso tempo mi piaceva incantarmi ad osservare le cose intorno a me. È stato quando ho ricevuto una macchina fotografica digitale, poco più che ventenne, che mi sono resa conto che, rispetto ad altre persone, a me piaceva fotografare il diverso ed andavo alla ricerca delle ombre, delle luci, dei riflessi, dei colori. Un albero spoglio diventava affascinante con l'intreccio dei suoi rami.
    Poi ho scoperto le persone e le emozioni, nei gesti e negli sguardi e questo mi ha fatto innamorare ancora di più della fotografia.
  3. Come nasce il tuo lavoro fotografico sull’autismo?
    Questo lavoro è nato due anni fa quando ho conosciuto Marco, un volontario del Gaslini che mi ha colpito raccontandomi del suo lavoro come educatore di ragazzi autistici. Non conoscevo prima di allora questo mondo, ma ero affascinata e curiosa di conoscerlo attraverso la mia sensibilità utilizzando come mezzo la macchina fotografica. Mi sono proposta con un progetto fotografico alla Presidentessa dell'A.n.g.s.a. Liguria ed ai genitori dei ragazzi al fine di sensibilizzare le persone sulla tematica in quanto se ne sente parlare, ma non abbastanza.
    Mi sono avvicinata in punta di piedi a questi ragazzi affiancandomi agli educatori, durante le loro attività ludico didattiche e frequentando le famiglie e, così, ho scoperto che l’autismo è un modo di vivere diverso, ma è anche un mondo da conoscere per capire che le cose più importanti, spesso, sono le cose più semplici.
  4. Come descriveresti al tua esperienza con PhotoFactory Art?
    La professionalità e la cura nei dettagli. È stata un’esperienza assolutamente positiva e spero ci possano essere altre occasioni da condividere insieme.
Photo Factory Genova

Una folta schiera di giovani talenti campeggia sulle pareti del punto vendita di Vico di San Matteo, al centro della zona culturalmente più viva della città, a pochi minuti da Piazza De Ferrari, da Via San Lorenzo e dal Porto Antico.

Orario
  • Lunedì Chiuso
  • Martedì 10:00-14:00 / Pomeriggio Chiuso
  • Mercoledì Mattino Chiuso / 13:30-17:30
  • Giovedì Mattino Chiuso / 13:30-17:30
  • Venerdì 10:30-13:00 / 14:00-19:00
  • Sabato 10:30-13:00 / 14:30-19:00
  • Domenica Chiuso
PHOTOFACTORY Vico di San Matteo 10/R · 16123 GE · Tel. +39.0108602512
©2018 Atticom S.r.l. P.IVA IT01553370998
PhotoFactory